17 Maggio 2013

In caduta i reclami contro le assicurazioni

Il periodo congiunturale che il Paese sta attraversando si riflette in molteplici modi sui lavoratori di ogni categoria, per quanto riguarda il settore della carrozzeria in particolare nuovi dati dipingono un quadro sempre meno roseo: come conseguenza della crisi ci sono sempre meno auto in circolazione, meno auto sulle strade causano meno sinistri , con il conseguente miglioramento del ramo Danni per le compagnie assicurative. Inoltre, il numero ridotto di sinistri riduce anche i reclami che i clienti spediscono all’Ivass (ex Isvap), l’autorità di controllo del settore.

Se vogliamo trovare un lato positivo possiamo pensare che con meno attività l’Ivass si potrà concentrare più rapidamente sui reclami che ancora le vengono esposti.

Nel 2012 rispetto al 2011 c’è stato un calo del 5,6% dei reclami (31.266 nel 2012) e il calo ha riguardato proprio il settore Danni (-6,1%, 28.610 reclami), lamentele quasi stabili per il ramo Vita (+0,15%, corrispondenti a 2.656 reclami).

Per quanto riguarda l’area Danni, la gran parte delle lamentele arriva dall’area sinistri (20.808), principalmente per disaccordo sull’ammontare del risarcimento o ritardi nella definizione del danno.

Presenti comunque anche reclami per controversie ai contratti, scesi del 2,8% nel 2012 (7.627).